Il Bilancio

Una Banca per lo sviluppo della comunità
Ci sono banche il cui obiettivo non è il semplice profitto. Ci sono banche che hanno lo scopo di contribuire alla promozione e allo sviluppo del territorio in cui operano e che per questo sono autenticamente locali.
Ci sono banche che hanno la responsabilità di essere imprese, efficaci ed efficienti per i propri soci e clienti, ma anche una “responsabilità sociale” nei confronti della comunità. Le Banche di Credito Cooperativo hanno questa identità.
 
Una Banca di Credito Cooperativo è un’impresa bancaria originale ed unica, una banca “differente per forza”:
  • perché è espressione di democrazia economica, cioè di una pluralità di persone o di imprese dal volto riconoscibile, e non di “poteri forti”;
  • perché è una banca mutualistica, fondata sui soci e a questi rivolta in primo luogo;
  • perché è autenticamente locale, nel senso che il suo bacino di operatività è circoscritto in una precisa area, e non cambia se si tratta di erogazione di credito piuttosto che di raccolta del risparmio;
  • perché persegue obiettivi di valorizzazione dell’impresa, ma non di lucro individuale. La redditività, allora, è uno strumento irrinunciabile per garantire la stabilità e lo sviluppo aziendali, ma non è il fine dell’impresa
e non è l’obiettivo del socio, che alla BCC non chiede un dividendo, quanto piuttosto un vantaggio. Inoltre, le risorse della banca non sono e non saranno mai distribuite tra i singoli, ma resteranno alla comunità.
 
In oltre cento anni di vita, il Credito Cooperativo ha permesso a milioni di persone - piccoli agricoltori, artigiani, operai, imprenditori, professionisti, operatori del sociale e alle loro famiglie - di ricevere fiducia, di ottenere credito e di migliorare la propria situazione. In oltre cento anni di attività, il Credito Cooperativo ha contribuito a costruire prosperità, a far crescere le comunità locali e quindi un Paese intero.
In questa tradizione, viva e vitale, si inserisce la nostra Banca, che vuole essere attenta non soltanto alla sana e prudente gestione aziendale, ma anche ai comportamenti e alle relazioni con i diversi “portatori di interesse”, alla sua proiezione e responsabilità sociale.
Quest’attività preziosa rischia di rimanere nell’ombra, perché i numeri del bilancio tradizionale, civilistico e fiscale, non riescono ad esprimerla pienamente.
 
Per questa ragione abbiamo voluto darle trasparenza con il Bilancio sociale e di missione. Un documento che non rappresenta un esercizio straordinario, ma che da oggi ci impegniamo a consegnare alla vostra attenzione come segnale e conferma del nostro impegno “a tutto tondo” per la nostra gente e verso il territorio di cui siamo autentica espressione.
 
 Senza nome.BMP

Bilancio Civilistico